Tutorial mostruoso:il libro dei mostri di Harry Potter

martedì 15 gennaio 2013

 Esco dal mio letargo per un attimo (letargo tra l'altro favorito dal PC in panne) per proporvi un riciclo..."spinto", perchè, per realizzare questo regalo per i miei tre bimbi, ho nientemeno che...riciclato un orsetto di peluches! Anzi, due, perchè di uno ho usato la pelliccia e gli occhi, dell'altro solo i due occhi.



Se volete realizzare qualcosa di simile, vi serviranno inoltre:
-un vecchio libro
-altra pelliccia, oppure lana cotta come nel mio caso:le misure sono quelle del libro aperto più qualche centimetro per dare "irregolarità".
-pasta modellabile di qualsiasi tipo oppure feltro nei colori bianco e rosa, per denti e gengive. Io ho ritagliato e dipinto due pezzetti di camera d'aria (questa non manca mai!)

-qualche avanzo di tessuto, più o meno delle dimensioni della copertina del libro che avete scelto (la metà del feltro, per capirci), che servirà per confezionare le "alette". Il mio libro dei mostri è in realtà una copertina che può essere sfilata e fatta indossare ad un altro libro di dimensioni simili.
-poco materiale da imbottitura, diciamo due pugni. Quello dell'orsetto riciclato dovrebbe essere sovrabbondante.
-per la scritta, io ho usato l'immancabile camera d'aria dipinta con colori acrilici, un'alternativa può essere la gomma crepla.


Non ho fatto foto del procedimento perchè ho realizzato tutto in fretta e furia , oltre che di nascosto, spero però che i DISEGNINI (ecco un altro particolare mostruoso, oltre al soggetto e alla pelliccia dell'orsetto!) siano sufficienti a darvi un'idea;-)!

Ciao!

4 commenti:

Monica ha detto...

Io credo che le mamme dei maschi debbano essere terribilmente (e in questo caso la parola è proprio azzeccata) più fantasiose e creative delle mamme delle femmine, perchè per sollevare la loro passione per qualcosa bisogna fare veramente di tutto e anche perchè le cose scontate e banali non li interessano minimamente. Vuoi mettere quanto è più eccitante una vita fatta di cose mostruose e raccapriccianti, improvvisate piste di macchinine in mezzo alla cucina, tane nel salotto, pezzi di lego perfino dentro le mutande... rispetto a pizzi, merletti e casette delle bambole :)))
Brava Dea... come sempre la fantasia non ti manca!!!

Deanna ha detto...

chissà, forse è vero! A volte penso che mi piacerebbe poter passare i pomeriggi con i figli realizzando cose "da femmine" (uh, i vestiti per le bambole! Quanto mi piaceva farli! Per non parlare di come mi piacerebbe farne per bambine vere ;-)!) però, devo dire...forse mi diverto più così! Il fatto di avere figli maschi mi ha anche invogliata a scoprire attività (che so, costruire archi e frecce, fare la lotta, costruire fortezze Lego) che mai avrei sognato di fare nè tantomeno apprezzare!Anche tu trovi i lego nelle mutande :D???

Piera ha detto...

ma sei un Mostro di bravura tu! eheheh ma bellissimooo! vorrei tornare bambina cosi..e aver avuto una madre che mostrosamente mi gioiva cosi! ma una cosa cè! passa da me è vedrai mostrosomante cos'è!!!!! ^_^

Serena Reggiani ha detto...

Oddio, ma è proprio lui!!!! Sei stata bravissima!!!!
http://fantasyjewellery1.blogspot.it/

Posta un commento

Adoro leggere i vostri commenti quindi siate generosi ;-)!

Blog contents © La Que Sabe 2010. Blogger Theme by Nymphont.