Cambio d'abito

lunedì 15 ottobre 2012

Tre borse praticamente identiche, ricavate dalla stessa gomma, ma tre versioni differenti fra loro:
per la prima, una chiusura in pasta di vetro lavorato e dipinto a mano -"africano" mi hanno detto quando ho comprato queste perline...sarà vero?- intercalato da pezzetti di camera d'aria ritagliati e piegati...
...vetro africano o no, questa è la borsa "Afro".
 

Non poteva mancare la collana abbinata!
Anche la stessa chiusura della borsa può diventare una collana o un bracciale, sfilandola dalla sua sede e legandosela addosso.Praticamente, una borsa multiuso;-)!



. Questa è una versione un po' meno "etnica", con un semplice tubino di alluminio come chiusura:


Per quest'ultima, invece, ho lavorato la chiusura  in rame con la tecnica del foldforming:


...non chiedetemi come, ma questa è stata denominata borsa "Golena", quel territorio di transizione fra la  pianura ed il letto del fiume...


Ciao, alla prossima, e grazie a chi ha "adottato"queste borse!

P.S. Ieri,al bellissimo mercatino del riuso di Fabbrico (RE), ho visto in vendita una delle famose borse in camera d'aria di Hell's Kitchen e mi sono chiesta, con un brivido, come ci si possa sentire trovando una delle proprie creazioni, frutto di tanto impegno e di tanto amore, su un banchetto fra statuine e "ciapapolvèr" in vendita a 50 cent...brrr!Non voglio più pensarci!Mi piace l'idea che le cose che facciano possano cambiare di proprietario, ma c'è modo e modo, no;-)?Che ne dite?

5 commenti:

Monica ha detto...

Oh sì, è vero, sono riflessione molto amare da fare. Sei andata a Fabbrico? Che bello! Era meglio che ci fossi venuta anche io!!! Pazienza!
Le borse sono tutte belle... indovina però la mia preferita???
:))) Ok, sono scontata!

aes Cyprium - bijoux artigianali in rame e pietre dure ha detto...

Sono d'accordo con te, Deanna, un tuffo al cuore!
Le tue borse sono sempre splendide! Quella chiusura con fold forming, poi, è speciale! Sarà che per questo metallo così duttile e morbido ho un debole... Non che non apprezzi le altre, anzi, quella in alluminio è molto chic nel suo minimalismo, e tra le due non saprei quale scegliere, anche perché adoro il colore argento e lo uso più del rame. Brava, come sempre! ;) Ciao, ciao, Sara

Grazia ha detto...

Beh è un po' come quando ti ritornano un tuo bijoux che tu hai creato con tanto amore e ti dicono "me lo sistemi?"...e sembra che sia passato sotto una pressa, usato per appendersi ma solo dopo aver fatto un bagno nel profumo...mamma mia che tristezza... Le borse sono splendide...continuo a guardare questa tecnica ammirata...la mia preferita? sono più scontata di Monica;)

aes Cyprium - bijoux artigianali in rame e pietre dure ha detto...

Meno male che capita anche a te... Le monachelle storpiate, gli orecchini che hanno perso il compagno o che sono andati smarriti non si sa dove e che devono essere rifatti uguali, ma non hai più quella perla... Che ci vuoi fare ;)) Ciao, ciao, Sara

Piera ha detto...

tutte e tre da mettere a mostra come un dipinto..belle senza parole!!

Posta un commento

Adoro leggere i vostri commenti quindi siate generosi ;-)!

Blog contents © La Que Sabe 2010. Blogger Theme by Nymphont.